L’Amortex (www.lamortex.com) nome d’arte di Luca Testolin, musicista, compositore, fonico e videomaker diplomato all’Alto Perfezionamento Musicale di Saluzzo con 96/100. Sotto il nome L’Amortex ha realizzato 7 album (distribuiti in digitale in tutto il mondo su Itunes,amazon, spotify, deezer etc..) alcuni da solista e altri con la collaborazione di artisti di fama internazionale fondendo elettronica, poesia, teatro e danza. Sperimentando, cambiando genere e non ponendosi mai limiti nella creatività. L’ultimo album “Inside Me” (www.indiedischi.it) é stato realizzato con Irene Tabour, arpista jazz che ha prestato anche la voce e Irene Munari, arpista classica. Con forte connotazione lisergica, i testi sono principalmente in inglese fatta eccezione per il brano in francese, in spagnolo e uno in italiano. Quest’ultimo realizzato con la partecipazione di Vea, cantautrice torinese.

Ha scritto e realizzato lo spettacolo teatrale “Diecimila file di inferno bianco -Robert Johnson il fantasma del blues” con l’attore Luca Occelli e la voce di Giada Bessone. Ha scritto e diretto documentari, videoclip e video arte (alcuni esempi su www.rexteb.com ). Ha realizzato decine di colonne sonore per documentari o cortometraggi e lavorato come sound designer sia per documentari che per video arte. Una delle ultime colonne sonore è stata per il documentario “A bitter story” di Francesca Bono che ha ricevuto una menzione speciale al 34° Torino Film Festival. Ha ideato www.campioniaudio.it prima libreria di campioni audio italiana e lavora per Soundsnap la più importante libreria di campioni audio al mondo con sede in america che fornisce le produzioni hollywoodiane e le maggiori televisioni e aziende (bbc, apple, microsoft, sony etc..). Presso il suo studio di registrazione ha registrato più di 70 artisti alcuni dei quali ha seguito direttamente la produzione artistica. Ha realizzato brani che vengono utilizzati come musica di sottofondo in supermercati, hotel, catene di negozi e locali in europa, paesi arabi, america e india.